Abbiamo in un precedente articolo parlato della comasca Directa Plus, l’azienda con sede all’Innovation Hub di ComoNExT produttrice e fornitrice di grafene, in occasione del lancio della mascherina G+ Co-Mask. Antibatterica, antistatica e anti “calore”, in materiale ipoallergenico e dermatologicamente testato, è realizzata in jersey su cui viene applicato il grafene mediante una stampa intelligente chiamata Planar Thermal Circuit in grado di distribuire il calore come all’interno di un circuito.

Più recente è invece la scommessa sulle batterie elettriche per l’automotive. L’idea è infatti quella di andare a sostituire le terre rare nelle batterie agli ioni di litio con il più efficiente materiale di Directa Plus, unito allo zolfo.

La sperimentazione è tuttora in corso, ed insieme a NexTech, azienda del Nevada impegnata nello sviluppo di batterie di prossima generazione sempre più promettenti, efficienti e sicure, verrà installata a ComoNExT un impianto pilota per la produzione.

Obiettivo del Progetto è quello di riuscire a sviluppare una batteria in grado di fornire quantità da 3 a 5 volte superiori agli ioni di litio, per un costo pari al 50% in meno: risultato dunque la possibilità di poter percorrere ben 1.000 km senza ricorrere alla colonnina di ricarica. Non ultime, le proprietà ignifughe che le impediscono di prendere fuoco a differenza delle sue sorelle attuali.

Il grafene potrebbe così rivoluzionare tutta la mobilità elettrica: un materiale innovativo, il cui processo di produzione sviluppato da Directa Plus e consistente in soli passaggi fisici è protetto da 65 brevetti. Niente chimica quindi per un prodotto più sostenibile e dalle performance migliori.

Sostenibilità che gli ha fatto guadagnare il riconoscimento di London Stock Exchange’s Green Economy Mark, un premio concesso ad imprese in grado di generare profitto da prodotti e servizi che contribuiscono alla diffusione di un’economia verde.

Siamo orgogliosi che il nostro impegno nella green economy venga riconosciuto oggi anche dalla Borsa di Londra, sin dall’inizio ci siamo strutturati come un’azienda sostenibile, tenendo conto in ogni momento del nostro impatto sul mondo che ci circonda. La società e i suoi investitori sono fieri per il marchio ricevuto

queste le parole del Ceo e Fondatore Giulio Cesario.

E la sostenibilità unita agli elevati standard di performance continuano ad attirare sempre più aziende e gruppi industriali per l’integrazione del materiale nei propri prodotti. Ultimo il gruppo Norda che ha deciso di andare ad integrare nella sua scarpa multifunzionale “Norda 001” una membrana termica, leggera ed antibatterica.

Ma utilizzi di successo si riscontrano nei più disparati settori: dall’asfalto per le strade, al tessile, sino alla depurazione delle acque. Un mondo dunque strategico, dalle enormi potenzialità di crescita, che in un periodo complicato quale quello attuale ha registrato un deciso segno +, il miglior risultato di sempre.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome